Associazione Medjugorje Torino

ii - MEDITAZIONE DELLA PAROLA

NELL'AMBITO DELLA RUBRICA IN OGGETTO, INAUGURATA IL MESE SCORSO E PER LA CUI PRESENTAZIONE RIMANDIAMO A QUANTO SCRITTO ALLORA, PER QUESTO MESE ABBIAMO SCELTO COME PAROLA CHIAVE, ESTRATTA DA UN MESSAGGIO DELLA VERGINE MARIA L'ESPRESSIONE: "SORGENTE DELL'AMORE DI DIO" ED ABBIAMO POI CERCATO TRE BRANI BIBLICI CHE CI SONO SEMBRATI COLLEGABILI CON QUELL'ESPRESSIONE.

CI AUGURIAMO IN QUESTO MODO DI CONTRIBUIRE ALLA MEDITAZIONE DELLA PAROLA DI DIO EVIDENZIANDO ANCHE COME LA VERGINE MARIA, NEI SUOI MESSAGGI, CI GUIDI A COMPRENDERE SEMPRE DI PIU' LA PAROLA STESSA RIPORTATA NELLA SCRITTURA. SEGNALIAMO ANCHE, PER CHI FOSSE INTERESSATO, CHE IN ALCUNI CASI QUESTI TESTI SONO UTILIZZATI COME TRACCIA PER L'ADORAZIONE GUIDATA, INTERVALLANDO LA LORO LETTURA CON CANTI O MUSICHE ADATTE, COME SI FA A MEDJUGORJE.

"SORGENTE DELL'AMORE DI DIO" - Dice la Regina della Pace (2 aprile 2014): "... Cari figli  miei, con cuore aperto e pieno di amore, invocate il nome del Padre Celeste affinché vi illumini con lo Spirito Santo. Per mezzo dello Spirito Santo diventerete una sorgente dell'amore di Dio: a questa sorgente berranno tutti coloro che non conoscono mio Figlio, tutti gli assetati dell'amore e della pace di mio Figlio...".

DAL LIBRO DEL DEUTERONOMIO (8,2 ss). "Ricordati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha  fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti e metterti alla prova, per sapere quello che avevi nel cuore, se tu avresti osservato o no i suoi comandi. Egli dunque ti ha umiliato, ti ha fatto provare la fame, poi ti ha nutrito di manna, che tu non conoscevi e che i tuoi padri non avevano mai conosciuto, per farti capire che l'uomo non vive soltanto di pane, ma che l'uomo vive di quanto esce dalla bocca del Signore".

DAL SALMO 42 (2-3). "Come la cerva anela ai corsi d'acqua, così l'anima mia anela a te, o Dio. L'anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente: quando verrò e vedrò il volto di Dio?".

DAL VANGELO SECONDO LUCA (10,38-42).  "Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Ella aveva una sorella di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: 'Signore, non t'importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti'. Ma il Signore le rispose: 'Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c'è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta'".