meditazione della parola

IN QUESTO NOSTRO SITO RIPORTIAMO I MESSAGGI CHE CI GIUNGONO DA MEDJUGORJE. NEL CORSO DEGLI ANNI LA MADRE DI DIO, NEI SUOI MESSAGGI, HA RIPETUTAMENTE INVITATO A LEGGERE LA SCRITTURA. E' UN TEMA MOLTO CARO ANCHE A PAPA FRANCESCO CHE ANCORA RECENTEMENTE, PER ESEMPIO COMMENTANDO IL VANGELO DELLA TRASFIGURAZIONE DI GESU' E LA VOCE CHE DALLA NUBE DICEVA: "QUESTI E' IL FIGLIO MIO, L'AMATO, IN LUI HO POSTO IL MIO COMPIACIMENTO: ASCOLTATELO", (Mt 17,1-9) CI HA INVITATI TUTTI AD ASCOLTARE LA VOCE DEL SIGNORE ANCHE ATTRAVERSO LA MEDITAZIONE DELLA PAROLA, ANZICHE' LIMITARCI A RECITARE DELLE PREGHIERE.

PER QUESTO ABBIAMO PENSATO DI INAUGURARE QUESTA RUBRICA, PER LA QUALE, OGNI MESE, SCEGLIAMO DAI MESSAGGI DEL MESE PRECEDENTE UNA PAROLA CHIAVE IN BASE ALLA QUALE CERCHIAMO POI TRE TESTI BIBLICI (RISPETTIVAMENTE DALL'ANTICO TESTAMENTO, DAI SALMI E DAL NUOVO TESTAMENTO) CHE CI SEMBRINO ABBINABILI A TALE PAROLA PER UNO SPUNTO DI RIFLESSIONE. CI PARE IN QUESTO MODO DI CONTRIBUIRE AD EVIDENZIARE COME LA VERGINE MARIA SEMPRE NEI SUOI MESSAGGI CI GUIDI A COMPRENDERE SEMPRE DI PIU' LA PAROLA DI DIO RIPORTATA NELLA SCRITTURA. SAPPIAMO CHE IN ALCUNI CASI QUESTI TESTI SONO UTILIZZATI COME TRACCIA PER L'ADORAZIONE GUIDATA, INTERVALLANDO LA LORO LETTURA CON CANTI O MUSICHE ADATTE, COME SI FA A MEDJUGORJE. PER QUESTO MESE ABBIAMO SCELTO LA PAROLA "FIDUCIA".

"FIDUCIA" - Dice la Regina della Pace (2 marzo 2014): "Pregate! Pregate con umile devozione, obbedienza e totale fiducia nel Padre Celeste. Abbiate fiducia, come anch'io ho avuto fiducia quando mi è stato detto che avrei portato la benedizione della promessa. Che dal vostro cuore giunga sempre sulle vostre labbra un 'sia fatta la tua volontà'. Perciò abbiate fiducia e pregate...".

DAL LIBRO DEI PROVERBI (3,5-6). "Confida nel Signore con tutto il cuore e non appoggiarti sulla tua intelligenza; in tutti i tuoi passi pensa a Lui ed Egli appianerà i tuoi sentieri. Non credere di essere saggio, temi il Signore e sta lontano dal male".

DAL SALMO 118 (5-9). "Lo dica chi teme Dio: eterna è la sua misericordia. Nell'angoscia ho gridato al Signore: mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo. Il Signore è con me, non ho timore: che cosa può farmi l'uomo? Il Signore è con me, è mio aiuto, sfiderò i miei nemici. E' meglio rifugiarsi nel Signore che confidare nell'uomo. E' meglio rifugiarsi nel Signore che confidare nei potenti".

DAL VANGELO SECONDO MATTEO (6,25-34). "Perciò io vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non seminano nè mietono, nè ammassano nei granai, eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora sola alla sua vita? E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora, se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai di più per voi, gente di poca fede? Non affannatevi dunque dicendo: 'Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?'. Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena".