Associazione Medjugorje Torino

Messaggio del 25 gennaio 2012

CARI FIGLI! ANCHE OGGI VI INVITO CON GIOIA AD APRIRE I VOSTRI CUORI E AD ASCOLTARE LA MIA CHIAMATA. IO DESIDERO AVVICINARVI DI NUOVO AL MIO CUORE IMMACOLATO, DOVE TROVERETE RIFUGIO E PACE. APRITEVI ALLA PREGHIERA, AFFINCHÉ ESSA DIVENTI GIOIA PER VOI. ATTRAVERSO LA PREGHIERA, L’ALTISSIMO VI DARÀ L’ABBONDANZA DI GRAZIA E VOI DIVENTERETE LE MIE MANI TESE IN QUESTO MONDO INQUIETO CHE ANELA ALLA PACE. FIGLIOLI, TESTIMONIATE LA FEDE CON LE VOSTRE VITE E PREGATE, AFFINCHÉ DI GIORNO IN GIORNO, LA FEDE CRESCA NEI VOSTRI CUORI. IO SONO CON VOI. GRAZIE PER AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA.

 

Dal commento di padre Livio Fanzaga: Questo messaggio ha la nota particolare della gioia: la Madonna ci invita "con gioia" e ci chiede di aprirci alla preghiera "affinché diventi gioia". La Madonna guarda la nostra condizione di vita (come ci ha detto nel messaggio del 2 gennaio) e vuole darci la medicina della gioia, che è Lei stessa. Con il suo sorriso e la sua sollecitudine di Madre, si china sul dolore dei suoi figli, e li vuole consolare e incoraggiare. Ella ci indica anche la via della gioia: è quella di aprirsi a Dio nella "preghiera del cuore". Altre volte ci ha parlato con espressioni bellissime: "Apritevi a Dio come i fiori si aprono al sole che li fortifica e li rende meravigliosi". L'apertura a Dio passa attraverso la mediazione di Maria, che ripropone la stessa esortazione rivolta a Lucia di Fatima quando le ha preannunciato i tempi difficili che l'umanità avrebbe conosciuto: "non ti abbandonerò mai. Il mio Cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio". In quel Cuore troveremo protezione e pace. Chiediamo la grazia che il nostro cuore e il suo Cuore siano un Cuore solo nell'amare Gesù e nel testimoniarlo. Questo tempo difficile, in cui il "drago" è sciolto dalle catene e attacca Dio, Cristo, la Chiesa e l'umanità stessa, è il tempo in cui anche la fede deve passare al vaglio. Gesù, prima della sua Passione, aveva detto a Simone: "Satana vi ha cercati per vagliarvi come il grano, ma io ho pregato per te, perché la tua fede non venga meno. E tu, una volta convertito, conferma i tuoi fratelli" (Lc 22,31-32). La Madonna è qui per rafforzarci nella fede appunto nell'ANNO della FEDE indetto da Benedetto XVI°, e che inizierà l'11 ottobre prossimo e terminerà nel 2013 con la festa di Cristo Re. E' un Anno in cui la Chiesa deve tornare al cuore stesso della fede, che è CRISTO. La Madonna è qui per darci un aiuto per portarci al Cuore di Cristo: Lui è l'unico Salvatore del mondo, è la Via, la Verità, la Vita; è Lui la nostra Speranza. Non c'è nessun altro Nome al mondo nel quale noi possiamo essere salvati. La Madonna ci introduce nell'Anno della Fede con questo messaggio e ci dice: "Figlioli, testimoniate la fede con le vostre vite e pregate affinché, di giorno in giorno, la fede cresca nei vostri cuori". C'é a Medjugorje un intimo rapporto tra la Fede e la Preghiera. La Fede è un dono di Dio, è una grazia, è una virtù soprannaturale infusa da Dio nel Battesimo come seme soprannaturale, che cresce soprattutto attraverso la preghiera, la Parola di Dio, gli insegnamenti della Chiesa. La fede non è il risultato di uno studio; è come una luce soprannaturale che richiede certamente l'adesione dell'intelligenza, ma soprattutto l'umiltà del cuore, la fiducia e l'abbandono. Con la preghiera la nostra fede aumenta e la possiamo testimoniare a chi non ce l'ha o si trova nelle "tenebre della menzogna". In questo modo noi possiamo essere le "mani tese" di Maria in questo mondo che non ha pace perché non ha la fede. Esso spera in se stesso e confida nelle sue capacità... La Madonna alle "Tre Fontane" ha detto: "La scienza ha tradito Dio". Gli scienziati hanno messo nel mondo una carica di odio concretizzato in ordigni di distruzione di massa, con i quali si potrebbe distruggere la terra in poco tempo. Chi ci salverà da tali calamità provocate da noi stessi? Ci salva solo l'umiltà con la quale chiediamo l'aiuto di Dio. Il messaggio si apre con un invito ad ascoltare la "chiamata" della Madonna e si chiude con un "grazie" per aver risposto a quella "chiamata". La "chiamata" di Dio a tutti noi si è fatta carne in Gesù Cristo. Egli ci dice: "CONVERTITEVI E  CREDETE NEL VANGELO!" (Mc 1,15). Questa chiamata alla conversione risuona da 30 anni a Medjugorje, dove la Madonna ha detto: "La conversione è il più importante messaggio che io do qui". La Madonna chiama in questi tempi di grande battaglia tra suo Figlio Gesù e satana per il possesso delle anime. E ci chiama a rifugiarci nel suo Cuore Immacolato: lì noi troveremo rifugio e pace.