Associazione Medjugorje Torino

Massaggio del 2 marzo 2012

CARI FIGLI! PER MEZZO DELL'IMMENSO AMORE DI DIO, IO VENGO A VOI E VI INVITO CON PERSEVERANZA TRA LE BRACCIA DI MIO FIGLIO. VI PREGO CON CUORE MATERNO, MA VI AMMONISCO ANCHE, FIGLI MIEI, AFFINCHE' LA SOLLECITUDINE PER COLORO CHE NON HANNO CONOSCIUTO MIO FIGLIO, SIA PER VOI AL PRIMO POSTO. NON FATE SI' CHE ESSI, GUARDANDO VOI E LA VOSTRA VITA, NON DESIDERINO CONOSCERLO.

PREGATE LO SPIRITO SANTO, AFFINCHE' MIO FIGLIO SIA IMPRESSO IN VOI. PREGATE, AFFINCHE' POSSIATE ESSERE APOSTOLI DELLA LUCE DI DIO IN QUESTO TEMPO DI TENEBRA E DI DISPERAZIONE. QUESTO E' IL TEMPO DELLA VOSTRA MESSA ALLA PROVA. CON IL ROSARIO IN MANO E L'AMORE NEL CUORE, VENITE CON ME. IO VI CONDUCO ALLA PASQUA DI MIO FIGLIO. PREGATE PER COLORO CHE MIO FIGLIO HA SCELTO, AFFINCHE' POSSANO SEMPRE VIVERE SECONDO LUI E IN LUI. VI RINGRAZIO.

Dal commento di Padre Livio Fanzaga: La Madonna apre il messaggio ricordandoci che Lei è qui inviata dall'immenso Amore di Dio, per comando dell'Onnipotente, per far si che noi incontriamo Gesù e riceviamo il suo abbraccio. Ma noi, purtroppo, stiamo rinunciando a suo Figlio! Di fronte a questa apostasia, noi che abbiamo avuto la grazia della fede, stiamo rinunciando a Lui per cercare salvezze umane improbabili e illusorie. Lei è qui con perseveranza e con la pazienza con cui ci ha seguito per 30 anni! "Voglio che siate tutti con me in Paradiso! Voglio salvare tutte le anime per presentarle a Dio". Poi la Madonna dà uno sguardo al numero enorme di coloro che la rifiutano ed hanno eliminato Dio dalla loro vita: vivono senza Cristo, senza Amore, senza Pace... Sono nella tenebra e nella disperazione. E ci dice: "Di queste persone vi dovete occupare; anzi, la salvezza di queste persone deve essere al primo posto nelle vostre preoccupazioni. Vi prego e vi ammonisco, perché vi sarà chiesto conto di questa vostra responsabilità". Lo zelo per la salvezza delle anime dei fratelli deve essere una fiamma ardente nel nostro cuore e non deve darci pace: dobbiamo operare a questo scopo prima di tutto con l'esempio e poi col Rosario, la preghiera e con l'apostolato. Ma prima di tutto dobbiamo avvicinare gli altri a Gesù con l'esempio. La Madonna sa che non sempre capiamo i suoi messaggi e allora ci dice: "Pregate lo Spirito Santo per capirli... Pregate lo Spirito Santo affinché mio Figlio sia impresso in voi". Questa è l'opera della Grazia, senza la quale non riusciamo a convertirci. Ma con l'umiltà della preghiera e applicandoci a vivere cristianamente, pian piano lo Spirito Santo modella in noi l'immagine di Gesù. Dice S. Agostino: "Tutti noi nasciamo nel grembo di Maria per opera dello Spirito Santo", poiché entrambi operano in noi; e nei nostri pensieri, nel nostro cuore, nei nostri comportamenti riflettono Gesù stesso. "Pregate per essere la Luce di Dio". La diffusione del cristianesimo avviene come un'irradiazione di santità, di bellezza, di grazia: la testimonianza cristiana è un'irradiazione di Cristo che è in noi. Se in noi non c'è Cristo che è Luce, Santità e Amore, come facciamo a irradiare luce, santità e amore? La Madonna ci dà una descrizione del mondo d'oggi, visto dal Cielo e dice che il mondo sta immerso nella tenebra e nella disperazione; domina il peccato. E Lei è qui per arginare, salvare, far sì che la luce prevalga sulle tenebre, il bene sul male, la vita sulla morte. Tutto il tempo della vita è una prova, dice la Madonna, ma questo è un tempo speciale: come quello degli Apostoli prima della Risurrezione, come il tempo della Passione. Dobbiamo, con Maria, resistere saldi nella fede "con il Rosario in mano e l'amore nel cuore". La Madonna vuol farci passare questo tempo di prova e di passione del mondo e della Chiesa, con Lei. "Io vi conduco verso la Pasqua di mio Figlio": ciò non vuol dire soltanto "Io vi conduco da questa Quaresima fino alla Pasqua", ma che ci conduce in "questo tempo" che è una Quaresima, un tempo di prova, il tempo delle tentazioni di Gesù nel deserto, il tempo dei 10 segreti. Ci conduce attraverso la passione, la persecuzione, la tentazione, la morte, alla Risurrezione, che è la Pasqua, il "tempo di primavera". Quindi, un significato non solo relativo al Tempo Liturgico, ma per questo tempo in cui viviamo, che è un tempo di prova. Andiamo verso la Pasqua, ma passando attraverso il Giovedì Santo, il Venerdì Santo, il Sabato Santo. E' la Pasqua di tutta la Chiesa e il tempo di prova per tutta la Chiesa. Per questo ci dice: "Pregate per coloro che mio Figlio ha scelto (cioè il Papa, i Vescovi, i Sacerdoti), affinché possano sempre vivere secondo Lui e in Lui". Ogni messaggio della Regina della Pace sintetizza il cuore del Vangelo, è una catechesi che viene da Colei che è la "piena di Grazia" e la "sede della Sapienza".