Associazione Medjugorje Torino

MESSAGGIO DEL 25 AGOSTO 2019

CARI FIGLI! PREGATE, LAVORATE E TESTIMONIATE CON AMORE IL REGNO DEI CIELI AFFINCHE' POSSIATE STARE BENE QUI SULLA TERRA. FIGLIOLI, DIO BENEDIRA' IL CENTUPLO IL VOSTRO SFORZO E SARETE TESTIMONI TRA I POPOLI.

LE ANIME DEI NON CREDENTI SENTIRANNO LA GRAZIA DELLA CONVERSIONE ED IL CIELO SARA' GRATO PER LE VOSTRE FATICHE ED I VOSTRI SACRIFICI. FIGLIOLI, TESTIMONIATE CON IL ROSARIO NELLA MANO CHE SIETE MIEI E DECIDETEVI PER LA SANTITA'. GRAZIE PER AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA.

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. Questo messaggio va collocato alla luce del precedente messaggio del 25 luglio, quando la Madonna ha detto: "Le prove arriveranno, ma voi non siete forti ed il peccato regnerà", ma la Madonna ha poi detto: "Se siete miei, fortificati nella fede, nella preghiera e siete uniti a Mio Figlio Gesù, sarete forti". E vinceremo insieme a Maria e al Suo Cuore Immacolato. In questa attesa, c'è chi rimane nell'ozio e nella curiosità, cercando di indovinare quello che accadrà. Ma quello che accadrà dipende da quello che facciamo noi. C'è un intreccio di volontà: quella di Dio, quella del maligno e la nostra. Queste volontà si intrecciano: noi siamo protagonisti e prepariamo il futuro. La Madonna ci dà 3 inperativi bellissimi: "Pregate, lavorate e testimoniate con amore il Regno dei Cieli, affinché possiate stare bene qui sulla terra". La Madonna ci dice anche: "Attenzione, questi sono tempi di combattimento e quindi armatevi e combattete!". Non c'è dubbio che siamo entrati nel tempo della grande impostura religiosa, il tempo dell'anticristo. Questo tempo è stato ampiamente profetizzato nella Sacra Scrittura e largamente predetto dai Santi, dai mistici, dalle apparizioni mariane. La Madonna ci ha ricordato a Medjugorje: "State costruendo un mondo senza Dio e non avrete futuro!". E noi? Combattiamo con fatica e amore la buona battaglia e "staremo bene anche qui sulla terra". E porteremo il bene anche ai fratelli che sono nel buio del peccato: porteremo luce a chi è nelle tenebre. I non-credenti, per sentire la Grazia della conversione hanno bisogno di segni esterni, hanno bisogno della nostra testimonianza. Hanno bisogno che noi mostriamo Cristo; anche attraverso la Croce, il Rosario che noi portiamo in mano! Molte volte gli occhi dei nostri fratelli si aprono e si commuovono e sentono la Grazia che muove i cuori. Sentono che noi amiamo Gesù e ne siamo entusiasti; vedono che Lo seguiamo con convinzione e perseveranza, vedono che è bello vivere con Gesù e per Gesù! La Madonna ci fa meditare: vuole che si esibiscano i "segni religiosi" non per politica, ma per testimonianza di amore! Non vuole che nascondiamo la nostra identità; vuole che teniamo il Rosario in tasca e che lo tiriamo fuori, anche quando siamo nella metropolitana o sul bus, o in fila al mercato. Perché dobbiamo aver vergnogna? La Madonna vuole che mostriamo al mondo, umilmente, con una Croce o un Rosario, che siamo suoi! Non per esibizione, ma per testimonianza "affinché satana sappia che siete miei, non suoi!". Ovviamente, se Rosario e Croce sono portati come semplice ornamento non serve a niente. Deve essere espressione della nostra fede. Una volta ha detto: "Affrontate satana con il Rosario in mano!" e "Portare sempre su di voi qualche segno religioso". Dobbiamo essere visibili con i segni della nostra fede. Anche oggi il mondo, il demonio, distrugge le statue della Madonna nelle chiese, distrugge le statue dei Santi; anche se irride la Croce, noi siamo quelli che testimoniano che dalla Croce viene la salvezza. Questi due imperativi: "Testimoniate con il Rosario in mano che siete miei" e " decidetevi per la santità" vanno insieme. Perché se manca la fede autentica, se manca la convinzione e il desiderio di essere santi (e il cammino per la santità è lunghissimo), se manca questo, i segni non parlano! Che non sia un'esibizione, ma una testimonianza! Non abbiamo nulla da spartire col mondo. Il mondo combatte Dio! Che bello poter dire: "Sono tuo, o Maria!. E per mezzo di Te, sono di Gesù e per mezzo di Gesù sono del Padre. Tutto ciò che ho non è mio, ma tuo, ora e per sempre"!