MESSAGGIO DEL 25 DICEMBRE 2018

CARI FIGLI, VI PORTO MIO FIGLIO GESU' CHE E' IL RE DELLA PACE. LUI VI DONA LA PACE. CHE QUESTA PACE NON SIA  SOLO PER VOI FIGLIOLI, MA PORTATELA AGLI ALTRI NELLA GIOIA E NELL'UMILTA'.

IO SONO CON VOI E PREGO PER VOI IN QUESTO TEMPO DI GRAZIA CHE DIO DESIDERA DARVI. LA MIA PRESENZA E' IL SEGNO DELL'AMORE, MENTRE SONO QUI CON VOI PER PROTEGGERVI E GUIDARVI VERSO L'ETERNITA'. GRAZIE PER AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA.

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. Il messaggio ha una profonda impronta natalizia e il tema della Pace ritorna inevitabilmente. Non dimentichiamo che, come in ogni Natale, la Madonna è apparsa con il Bambino Gesù in braccio. Così è avvenuto il primo giorno delle sue apparizioni, il 24 giugno 1981, quando, senza parlare, è apparsa sulla collina del Podbrdo con il Bambino Gesù tra le braccia, mentre lo copriva e lo scopriva con un velo. Così è apparsa tutti gli anni, a Natale, dando a tutti il suo messaggio; con una eccezione, a Natale del 2012, quando non ha dato alcun messaggio, ma il piccolo Gesù si è alzato e con voce autorevole ha detto: "Io sono la vostra Pace. Vivete i miei Comandamenti". Gesù è il centro del messaggio natalizio: Gesù è il Re della Pace. La Pace viene solo da Lui, perché è Colui che ci riconcilia col Padre. Dio vuole fare la Pace con gli uomini e ci ha tanto amati da espiare i nostri peccati mediante Suo Figlio e donarci la dignità di figli di Dio. Senza la Pace tra noi e Dio non ci può essere la Pace tra gli uomini. Dio, con il perdono dei nostri peccati, ci dona la figliolanza divina, la gioia di essere amati, la gioia che fuga tutte le paure del male e della morte. La Madonna guarda al di là di quelli che accolgono Gesù e sa che c'è una moltitudine immensa di coloro che non hanno la Pace di Gesù nel cuore, che sono lontani da questa Luce, da questa sorgente di vita. Anch'essi sono assetati di Pace, di Gioia, di Perdono. Noi, nell'umiltà, sappiamo che diamo quello che abbiamo ricevuto, non qualcosa di "nostro" ma la Pace di Gesù. E la portiamo nel modo più familiare, semplice, fraterno. La Madonna ci chiama prima di tutto ad accogliere suo Figlio Gesù; subito dopo ci invita a portarlo agli altri, vuol fare di noi dei missionari. Come ha fatto Maria che, dopo l'Annuncio dell'Angelo è corsa dalla cugina Elisabetta; come i pastori che corrono a dire agli altri cha hanno visto il Salvatore  nella grotta di Betlemme. Per portare la Pace, dobbiamo viverla nel cuore, vivere in pace con Dio e con i fratelli; vivere in Pace con noi stessi. Per portare la Pace dobbiamo essere persone che irradiano Pace, che accolgono e fanno tutto con gioia, pazienza e sincerità. La Madonna è qui con noi da così tanto tempo e non si stanca! Chiede di ascoltare le sue parole e mettere a frutto il dono della sua Presenza. Desidera che diventiamo suoi apostoli, apostoli del suo Amore. Se diventiamo suoi apostoli, realizziamo il progetto di Dio, che è la salvezza delle anime. Progetto di Dio è che noi Lo possiamo conoscere, amare e servire in questa vita e poi goderlo in Paradiso. La Madonna ci protegge e ci guida verso l'eternità. Tutti i suoi messaggi sono ispirati alla Sacra Scrittura. Lei è la sede del Verbo, in Lei il Verbo si è fatto carne, le sue parole aumentano la Fede. E sono purissima Dottrina Cattolica.