Associazione Medjugorje Torino

MESSAGGIO DEL 2 GIUGNO 2018

CARI FIGLI, VI INVITO AD ACCOGLIERE CON SEMPLICITA' DI CUORE LE MIE PAROLE, CHE VI DICO COME MADRE, AFFINCHE' VI INCAMMINIATE SULLA VIA DELLA LUCE PIENA, DELLA PUREZZA, DELL'AMORE UNICO DI MIO FIGLIO, UOMO E DIO.

UNA GIOIA, UNA LUCE INDESCRIVIBILE CON PAROLE UMANE, PENETRERA' NELLA VOSTRA ANIMA E VERRETE AFFERRATI DALLA PACE E DALL'AMORE DI MIO FIGLIO: DESIDERO QUESTO PER TUTTI I MIEI FIGLI. PERCIO' VOI, APOSTOLI DEL MIO AMORE, VOI CHE SAPETE AMARE E PERDONARE, VOI CHE NON GIUDICATE, VOI CHE IO ESORTO, SIATE UN ESEMPIO PER TUTTI QUELLI CHE NON PERCORRONO LA VIA DELLA LUCE, MOSTRATE LORO L'AMORE, POICHE' L'AMORE SUPERA TUTTE LE DIFFICOLTA', E TUTTI I MIEI FIGLI SONO ASSETATI D'AMORE. LA VOSTRA COMUNIONE NELL'AMORE E' UN DONO PER MIO FIGLIO E PER ME. MA, FIGLI MIEI, RICORDATE CHE AMARE VUOL DIRE SIA VOLER BENE AL PROSSIMO, SIA DESIDERARE LA CONVERSIONE DELLA SUA ANIMA. MENTRE VI GUARDO RIUNITI ATTORNO A ME, IL MIO CUORE E' TRISTE, PERCHE' VEDO COSI' POCO AMORE FRATERNO, AMORE MISERICORDIOSO. FIGLI MIEI, L'EUCARESTIA, MIO FIGLIO VIVO IN MEZZO A VOI E LE SUE PAROLE, VI AIUTERANNO A COMPRENDERE. LA SUA PAROLA, INFATTI, E' VITA, LA SUA PAROLA FA SI' CHE L'ANIMA RESPIRI, LA SUA PAROLA VI FA CONOSCERE L'AMORE. CARI FIGLI, NUOVAMENTE, COME MADRE CHE VUOL BENE AI SUOI FIGLI, VI PREGO: AMATE I VOSTRI PASTORI, PREGATE PER LORO. VI RINGRAZIO!

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. La Madonna nel suo messaggio, ci esorta e ci ammonisce: "Accogliete con semplicità di cuore le mie parole" e lo dice con tono molto materno. Le sue parole sono un insuperabile commento al Vangelo di suo Figlio, che è "uomo e Dio". Molti considerano il cristianesimo una Religione umana: infatti dubitano che esista una Divina Rivelazione, e dubitano ancora di più che Gesù sia Dio. Questa è la radice della crisi di fede nel nostro tempo! La negazione dell'origine Divina della Chiesa, la negazione della Vita Eterna e la negazione dell'anima immortale! Per questo la Madonna sottolinea l'importanza di capire che amare il prossimo significa desiderare la conversione della sua anima, la salvezza della sua anima. Con le opera di misericordia corporale abbiamo assolto solo una parte del nostro compito: occorre desiderare e operare per la conversione dell'anima dei nostri fratelli. Siamo ancora mancanti. La Madonna vuole che le sue parole ci portino al Cuore di Gesù e che l'Amore e la Luce di Gesù trabocchino nei nostri cuori e in tutti i cuori, perché sono tutti i suoi figli, nessuno escluso! Ella ci esorta ad essere di esempio per tutti quelli che non percorrono la via della Luce e dell'Amore. Ci sono quelli che vivono come in un cammino da qui all'Eternità e quelli che, perduta la fede, si aggirano a vuoto come in un labirinto, senza luce. Essi pensano che, con la vita, tutto finisce; ma l'effimero non soddisfa il cuore umano... "Voi dovete essere di esempio per coloro che vanno verso il precipizio eterno". Questo è il nostro compito: salvare le anime! Col nostro lavoro, il nostro esempio, la nostra testimonianza. Dobbiamo essere molto uniti, essere Chiesa, vivere la comunione dell'amore: gli altri "si convertivano vedendo come si amavano i cristiani!". Se noi ci amiamo e ci aiutiamo a vicenda, facciamo un dono a Gesù e alla Madre sua. Il cuore della Madonna è triste, perché vede "poco amore fraterno, poco amore misericordioso". Ella vede che la nostra anima è manchevole nello zelo. E allora ci ricorda che l'Eucaristia, suo Figlio e la sua Parola ci fanno comprendere che salvare le anime è la cosa più importante! E poi, nuovamente ci ricorda quale atteggiamento dobbiamo avere verso l'Ordine Sacerdotale: solo sostegno, preghiera e amore.