Associazione Medjugorje Torino

MESSAGGIO DEL 25 MAGGIO 2018

CARI FIGLI, IN QUESTO TEMPO INQUIETO VI INVITO AD AVER PIU' FIDUCIA IN DIO, CHE E' IL PADRE VOSTRO CHE E' NEI CIELI E CHE MI HA MANDATO PER CONDURVI A LUI.

VOI, APRITE I VOSTRI CUORI AI DONI CHE LUI DESIDERA DARVI E, NEL SILENZIO DEL CUORE, ADORATE MIO FIGLIO GESU' CHE HA DATO LA SUA VITA AFFINCHE' VIVIATE NELL'ETERNITA' DOVE DESIDERA CONDURVI. LA VOSTRA SPERANZA SIA LA GIOIA DELL'INCONTRO CON L'ALTISSIMO NELLA VITA QUOTIDIANA. PER QUESTO VI INVITO: NON TRASCURATE LA PREGHIERA, PERCHE' LA PREGHIERA FA MIRACOLI! GRAZIE PER AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA. 

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. Il significato di questo messaggio è un richiamo fortissimo all'interiorità, attraverso la preghiera personale e la partecipazione alla S. Messa e alla Comunione, per stringere un rapporto intimo con Gesù. La Madonna vuole che stringiamo con Gesù un'amicizia così salda, così profonda, tale che nessuna bufera della vita possa romperla. La Madonna sa che noi viviamo in un tempo in cui satana è sciolto dalle catene e ci attira con la potenza della seduzione, ci oscura con i messaggi della menzogna. Ella sa che andiamo verso un tempo in cui il demonio manifesterà l'impostura anticristica per eccellenza, secondo cui non c'è salvezza che viene da Dio e gli uomini possono salvarsi da soli: questa è la grande tentazione. Perciò la Madonna vuole farci superare questo banco di prova attraverso l'unione con Dio e la Preghiera, che fa miracoli! Nei nostri cuori e nel  mondo. Nel messaggio avvertiamo un leggero rimprovero della Madonna che dice: "Non trascurate la preghiera!" perché, se la trascurate perderete la luce e la forza per affrontare il combattimento spirituale. In questo tempo "senza pace" (non c'è pace con Dio, con se stessi e con gli altri) bisogna avere più fiducia in Dio, che è Padre e non sta nei Cieli a guardare senza intervenire nelle nostre difficoltà, ma interviene prontamente vedendoci nelle difficoltà. Per questo "Mi ha mandato". La Madonna è l'Ancella del Signore, è l'obbediente venuta su comando dell'Altissimo. La Madonna è, per sua natura, "Colei che ci conduce a Dio" che ha il suo sguardo d'Amore su questa generazione, in questo tempo. Ma voi cosa fate? Rispondete? Dovreste aprire i cuori ai doni che Lui desidera darvi. Quali sono i doni? Prima di tutto la Madonna stessa, che viene ogni giorno in mezzo a noi. Viene per condurci a Lui, perché la vita passa, ma come una candela che si spegne; la vita è un cammino verso l'eternità. La Madonna ci ha detto tante volte: "Io sono qui per aiutarvi, per mettervi sulla via della salvezza, perché vi voglio condurre tutti in Paradiso!". Chi non crede in Dio prospetta la propria vita come un girare in un labirinto senza porte, senza finestre, senza luci... Invece la fede ci prospetta la vita come un cammino verso la meta, verso l'approdo in un porto sicuro, un porto di luce. Dio vuole che tutti arrivino all'approdo della Gerusalemme Celeste che ci attende. Perché questo avvenga, non dimentichiamo l'incontro quotidiano con il Signore, con la gioia nel cuore pensando che Dio c'è, ci ama, ci perdona. E' sempre con noi! E la preghiera fa miracoli! Siamo in una situazione tale che, dal punto di vista della nostra Nazione, abbiamo bisogno del miracolo della preghiera. La preghiera fa fermare le guerre e può ottenere cose che non possiamo immaginare. Soprattutto compie miracoli nella nostra vita per ancorarci a Dio, fonte della Grazia e della Vita.