Associazione Medjugorje Torino

MESSAGGIO DEL 25 APRILE 2018

CARI FIGLI, ANCHE OGGI VI INVITO A VIVERE CON GESU' LA VOSTRA NUOVA VITA. CHE IL RISORTO VI DONI LA FORZA AFFINCHE' SIATE SEMPRE FORTI NELLE PROVE DELLA VITA E FELICI E PERSEVERANTI NELLA PREGHIERA, PERCHE' GESU' VI HA SALVATI CON LE SUE FERITE E CON LA SUA RESURREZIONE VI HA DATO UNA VITA NUOVA.

PREGATE, FIGLIOLI, E NON PERDETE LA SPERANZA! NEI VOSTRI CUORI CI SIANO LA GIOIA E LA PACE. TESTIMONIATE LA GIOIA DI ESSERE MIEI! IO SONO CON VOI E VI AMO TUTTI COL MIO AMORE MATERNO. GRAZIE PER AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA.

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. Il messaggio è tutto improntato alla luce della Pasqua, alla luce della Risurrezione, alla Vita Nuova di Cristo Risorto. E' significativo il fatto che tutti i messaggi della Regina della Pace dati alla Parrocchia siano in sintonia con i tempi liturgici della Chiesa. In questo "tempo pasquale" la Madonna ci ricorda di vivere la Pasqua in unione con Cristo Risorto, che avviene attraverso la nostra conversione, perché anche noi dobbiamo risorgere lasciando una vita di peccato e iniziando una vita nuova con Gesù, in Gesù, con la Grazia di Gesù. La Madona ripete il termine "vita nuova" che significa cambiamento del cuore: significa passare dall'incredulità alla fede. La Madonna, nei suoi ultimi messaggi, ci invita ad essere decisi nella fede e forti nelle prove, poiché viviamo in tempi in cui essere cristiani richiede la virtù della fortezza. Bisogna andare controcorrente, resistere alla mentalità del mondo e alle sue seduzioni. Assistiamo alla dissoluzione della fede e il diffondersi dell'apostasia che ci chiude alla trascendenza e alla Luce. Quindi la Madonna ci dice: "State attenti e pregate! Nella preghiera trovate Dio, trovate Cristo Risorto e Lui vi dà la forza per superare le prove della vita e sopportare la sofferenza". Le difficoltà del combattimento spirituale si possono superare se siamo perseveranti nella preghiera, se guardiamo a Gesù che ci ha salvati con le sue ferite. Infatti Gesù Risorto appare agli Apostoli con le sue ferite e invita l'incredulo Tommaso a toccare le piaghe delle mani, dei piedi e del costato. Perché? Egli ha tuttora le sue ferite e le avrà sino alla fine dei tempi, ferite dolorose, ferite gloriose, per farci capire che ci ha salvati con la sua Passione e Morte, con la sua sofferenza! Vuole farci capire che la sua Morte e Risurrezione sono un Mistero unico di Salvezza. E' attraverso la Morte che Gesù ha ottenuto la Vita Nuova per la sua umanità e per tutti noi. Ecco perché le ferite sono presenti in Gesù Risorto: perché se non avesse conservato da Risorto le sue ferite, noi ci saremmo dimenticati quanto siamo costati, ci saremmo dimenticati che ci ha salvati con una sofferenza immane, non solo fisica, ma anche spirituale e che la Vita Nuova che riceviamo nella Risurrezione è una Vita Nuova che viene dalla Croce. La Madonna ci invita ancora una volta a non perdere la speranza, perché se non guardiamo all'Onnipotenza di Dio e non confidiamo in Lui, potremmo scoraggiarci: infatti il principe di questo mondo e la sua ideologia del male sembrano fare da padroni. E' la battaglia di Davide contro Golia, ma con il coraggio di Davide affrontiamo il gigante, "nel nome del Signore". Siamo certi della vittoria del Cuore Immacolato di Maria in questo che è il più grande combattimento spirituale della Chiesa, perché noi siamo con Gesù, perché Gesù ci protegge, ci guida, ci illumina e ci infonde la Sua forza. Ci dice ancora la Madonna: "Testimoniate la gioia di essere miei!". Ebbene, noi non ci vergogniamo di essere Mariani! Radio Maria è al servizio della Madonna, che è "con noi", ci ama tutti, anche quelli che non la amano. Grazie Maria, per essere così paziente, per essere presente, con noi, in questo difficilissimo passaggio della storia umana!