Associazione Medjugorje Torino

MESSAGGIO DEL 2 APRILE 2018

CARI FIGLI, PER MEZZO DEL GRANDE AMORE DEL PADRE CELESTE, SONO CON VOI COME MADRE VOSTRA E VOI SIETE CON ME COME MIEI FIGLI, COME APOSTOLI DEL MIO AMORE CHE CONTINUAMENTE RADUNO ATTORNO A ME.

FIGLI MIEI, VOI SIETE COLORO CHE CON LA PREGHIERA VI DOVETE DARE COMPLETAMENTE A MIO FIGLIO, CHE NON VIVIATE PIU' VOI MA MIO FIGLIO IN VOI. COSI' TUTTI COLORO CHE NON CONOSCONO MIO FIGLIO LO VEDANO IN VOI E LO DESIDERINO CONOSCERE. PREGATE CHE IN VOI VEDANO SICURA UMILTA' E BONTA', PRONTEZZA NEL SERVIRE GLI ALTRI. CHE IN VOI VEDANO CHE CON CUORE VIVETE LA CHIAMATA TERRENA IN COMUNIONE CON MIO FIGLIO. CHE IN VOI VEDANO DOLCEZZA E AMORE VERSO MIO FIGLIO COME VERSO I LORO FRATELLI E SORELLE. APOSTOLI DEL MIO AMORE, DOVETE PREGARE MOLTO, PURIFICARE I VOSTRI CUORI, PERCHE' VOI PER PRIMI CAMMINIATE SULLA STRADA DI MIO FIGLIO, PERCHE' VOI SIATE GIUSTI, UNITI ALLA GIUSTIZIA DI MIO FIGLIO. FIGLI MIEI, COME MIEI APOSTOLI DOVETE ESSERE UNITI NELLA COMUNIONE DI MIO FIGLIO PERCHE' I MIEI FIGLI CHE NON CONOSCONO IL MIO FIGLIO RICONOSCANO LA COMUNIONE DELL'AMORE E DESIDERINO CAMMINARE SULLA VIA DELLA VITA, IN QUELLA DI MIO FIGLIO. VI RINGRAZIO.

Dal commento di Padre Livio Fanzaga. In questo messaggio la Madonna chiama Gesù "mio Figlio" ben 9 volte e varie volte chiama noi "suoi figli" e "figli miei". Questo ci dà il timbro del messaggio: è la "Madre" che parla. Se vogliamo definire la Madonna nella sua essenza, dobbiamo partire dalla sua maternità. Lei è colei che ha concepito il Figlio, l'ha fatto crescere nel suo grembo, l'ha donato al mondo, lo ha seguito come Madre e discepola per tutta la vita, ha cooperato con Lui nell'opera della Redenzione e poi, Assunta in Cielo, ha accompagnato la Chiesa nascente e in questi duemila anni di storia. E ora è qui come nostra Madre che raduna attorno a sè, senza sosta, tutti i suoi figli. Li raduna da più di 37 anni, per fare di essi gli apostoli del suo Amore, perché li vuole condurre tutti a suo Figlio, si abbandonino a Lui e lo facciano conoscere e amare. Noi dobbiamo abbandonarci totalmente in Cristo, in modo che, come dice S, Paolo. "non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me". Non possiamo dare agli altri quello che non abbiamo, non possiamo dare la fede se non abbiamo la fede, né la verità se non abbiamo la luce della verità, non possiamo dare Cristo se non lo viviamo; saremo un cembalo quillante. La Madonna sa benissimo che noi tante volte ci allontaniamo da suo Figlio, perché non siamo cristiani coerenti. Perciò coloro che non lo conoscono devono vederlo in noi, devono vedere in noi un'umiltà decisa, vera, un'umiltà pronta a servire gli altri nell'amore, un'umiltà non avvolta dalla nostra superbia, ma che lascia che Dio risplenda in noi. Questa è la strategia di Maria che fa sì che ci siano nel mondo, in mezzo all'odio, quelle luci, quei testimoni di Cristo in mezzo all'indifferenza. La dinamica cristiana è discendente, cioè noi possiamo dare agli altri ciò che Dio dà a noi. Le persone che non conoscono veramente Cristo (possono essere forse i nostri familiari, chi ci è vicino) vedano in noi non soltanto la bontà e l'umiltà, ma anche la tenerezza per Gesù. Affinché in noi risplenda l'amore per Gesù, dobbiamo fare un cammino di purificazione, dobbiamo lavorare su noi stessi, purificarci dalle varie forme di malizia, di cattiveria, di orgoglio...  Dobbiamo pregare molto, in modo da essere noi i primi a camminare sulla via di Gesù. La Madonna dice "siate voi i giusti": nella Bibbia la parola "giusto" vuol dire "santo"; ecco perché la Madonna dice: "Siate voi i giusti, rivestiti della santità di mio Figlio". L'esortazione finale riassume tutto il pensiero della Madonna: "Come miei apostoli, dovete essere uniti nella comunione che scaturisce da mio Figlio". Solo così coloro che ancora non Lo conoscono vedano in noi una comunione di amore e desiderino camminare sulla via dell'unità con Cristo. Così vivevano le prime Comunità cristiane, tanto che gli altri dicevano di loro: "Guardate quanto si amano fra loro!". Questo è quanto vuole la Madonna: facciamo trasparire Gesù dalle nostre parole, dalle nostre azioni, affinché gli altri conoscano Gesù e desiderino camminare sulla via dell'unità con Lui.